Tredicesima tappa: Milano

Il Giro si riposa e cerca di recuperare energie per il gran finale. Cortina d’Ampezzo, Alpe di Pampeago, Passo dello Stelvio, tre tappe tre da vertigine, tre tappe tre che decideranno il Giro, che lo accenderanno, si spera, che proclameranno i vincitori, i vinti, sorprese e delusioni. Poi la cronometro conclusiva, a Milano, per rimettere ancora tutto in discussione se non c’hanno pensato le montagne, per perfezionare classifica generale e distacchi.
Mancano 955 km alla conclusione, di questi 153,3 in salita, con il naso all’insù verso cime che hanno fatto la storia, più o meno recente, della corsa rosa. Perché il Giro lo fanno i corridori e le loro azioni, ma lo scenario a volte fa la differenza, permette di dipingere meglio i particolari in primo piano, risalta il rosa, la fatica, le imprese.
Per arrivare a Cortina gli atleti si troveranno di fronte Valparola, Duran, Staulanza e Giau, poi una picchiata di 20 km, anch’essi buoni per attaccare, per fare selezione. Salita difficile il Giau, 10 km al 9,3% con pendenze che salgono al 14%, discesa tecnica, nella prima parte, veloce nella seconda. Sarebbe stato finale perfetto per Nibali; lo squalo dello Stretto però farà il Tour. Qualcosa potrebbe fare Scarponi o Kreuziger, perché Basso può essere staccato, Joaquim Rodriguez un po’ meno.
Il giorno successivo Vedelago, poi l’Alpe di Pampeago (da affrontare due volte) con prima passaggi sul Manghen e il Passo di Lavazè. L’Alpe ha celebrato Tonkov, Pantani, Simoni e Sella, l’Alpe è salita tosta, in qualche tratto verticale, come il Manghen del resto: è lontano dal traguardo d’accordo, ma è un dispensatore naturale di acido lattico e siamo alla terza settimana.
Poi chiusura sullo Stelvio. Saranno gli ultimo 216 km in linea di questa 95a edizione. Prima del Gigante i ragazzi troveranno il Passo del Tonaleil Passo dell’Aprica, lo strappo di Teglio e il Mortirolo, versante di Tovo, una novità assoluta. Anche da questo lato però non si scappa: sono 11,4 km di inferno dove i muscoli si infiammeranno, gli occhi fisseranno il vuoto, la testa cercherà di non pensare, la vertigine diverrà reale. Tratti al 22%, pendenza media del 10,5%. Dicesa, un lungo falsopiano per Bormio poi gli ultimi 22,4 km sino ai 2757 km del Passo dello Stelvio, Cima Coppi del Giro, Montagna Pantani, luogo per aquile e temerari, luogo per aquile a pedali.

Due settimane sono passate dalla partenza in Danimarca, diverse volate, qualche fuga andata a buon fine, poche azioni degne di nota da parte dei candidati alla vittoria finale. Finora è il Giro dei comprimari e di Joaquim Rodriguez, dell’equilibrio e delle occasioni mancate. Un Giro che ha vissuto da spettatore un attentato nel quale è morta una ragazza di 16 anni, un terremoto che ha messo in ginocchio l’Emilia, una tornata elettorale per le comunali che ha spazzato via il centro-destra, che ha visto il centro-sinistra e le forze di centro non perdere poi troppo e il Movimento a 5 stelle prendersi tre comuni. Che sembra poco, sembra niente, ma invece è qualcosa di estrema rilevanza, che dovrà, forse, far riflettere le tradizionali forze politiche.
Parte l’ultima settimana, parte la resa dei conti. Io oggi sto fermo, oggi mi godo una Milano allagata. Piove come non ci fosse un domani, piove che l’ombrello non serve a ripararti. La gente è arrabbiata, lo vedi chiaramente sui visi delle persone che passano e sfilano sotto la finestra, che vanno comunque, che accelerano il passo per scansare buche e ambulanti con ombrelli. Vanno perché intanto è solo acqua e non è giusto fermarsi che tanto male non farà, male non sarà. Le previsioni sono pessime per tutta la settimana, vai però a capire se c’hanno davvero ragione. Domani si ritorna a mettere lo zaino in spalla e si ricomincia ad andare. Domani riparte il viaggio, che è sempre lo stesso, che è spesso diverso.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: